Allestimento

Allestimento

Francesca Perani architetto e interior
designer

Francesca Perani (Bergamo 1972) si laurea in Architettura al Politecnico di Milano nel 1999.

Collabora presso studi di progettazione e design in Belgio, Australia, Regno Unito e Italia. Tra i suoi mentori Enzo Mari, Russel Hall ed Edoardo Milesi.

Architetto e designer, spazia dalla progettazione di interni all’interactive design. Ricerca e sperimentazione sono alla base del suo gesto progettuale. Manipola con destrezza ironia e volontaria rottura degli schemi più ovvi al fine di rappresentare spazi inconsueti e suscitare nuove interazioni. Si esprime attraverso oggetti e superfici carichi di una forte connotazione comunicativo-emotiva. Tradizione artigianale e tecnologia diventano elementi inscindibili dalla definizione del progetto. Accompagna la professione con un’attività di indagine sul “quotidiano progettato” attraverso un utilizzo compulsivo dello strumento fotografico.

Dal 2007 è titolare di francescaperanienterprise studio che opera nel campo dell’architettura di interni, design e direzione artistica.

Nel 2012 ha ricoperto la carica di vicepresidente dell’Ordine degli Architetti di Bergamo, referente del gruppo Archidonne e dal 2011 è docente IED nei corsi internazionali di Retail ed Exhibition Design.

 

Il gelato e il colore che non c’è: nero.
Trasparenza e colori accesi arricchiscono la visione e portano in scena la vitalità, la storia e l’esperienza delle aziende italiane e bergamasche che gravitano attorno al gelato artigianale d’eccellenza.
Un allestimento fortemente sensoriale dove il visitatore viene pervaso da inusuali matericità. Un progetto spazialmente flessibile e dinamico dove prendono vita attività spontanee: scoperta, intrattenimento e sosta. Architettura, design e comunicazione collaborano in modo univoco portando il visitatore ad una vera e propria Gelato Experience.
Tre luoghi storici nel cuore del centro Piacentiniano di Bergamo, tre esperienze uniche da gustare in sequenza: SCOPRIRE, FARE e MANGIARE.
Il Chiostro di Santa Marta. la Galleria, Piazza Matteotti: luoghi legati da un pavimento morbido, nero ricco di texture, inaspettato palcoscenico neutrale della più varia e multiforme tonalità di colori,varietà di gusti, ebbrezza di profumi tipici del gelato artigianale.
Il progetto nasce nell’area del Chiostro di Santa Marta che si trasforma in testimone del percorso storico culturale del Gelato Artigianale e delle Aziende che lo rendono così unico. L’approccio e’ leggero e non invasivo. Lungo il chiostro 15 stendardi triangolari tracciano le tappe più significative dell’evoluzione storico/tecnica del gelato. Al di sotto delle volte del colonnato disegnano con l’architettura presente coni il cui contenuto rimane immaginario. Il tutto pervaso da un sottile tintinnio di campanelle, familiare richiamo di ambulanti gelatieri che festosamente sollecitano la golosità dei più piccoli. L’allestimento museale esprime l’originalità e l’irripetibilità dei prodotti. Un’inaspettata pavimentazione morbida percorre l’intero chiostro e diventa il percorso sensoriale sul quale si appoggiano i simboli delle aziende protagoniste. Lastre trasparenti dai toni accesi richiamano i colori dei cucchiaini e completano l’allestimento attraverso le loro grafiche accattivanti.
Sedute triangolari in gomma riciclata animano invece Piazza Giacomo Matteotti: scomponendosi e riunendosi, a diverse altezze, creano un soffice salotto urbano, intervallato da lastre luminescenti colorate. Un’area living di assaggio, incontro e gioco a disposizione della città.