Medioevo – lo Shrb, il progenitore del sorbetto

Le ricette degli speziali arabi (XI sec.)

Shrb: è lo sciroppo di zucchero, base per la realizzazione dei sorbetti di frutta, erbe officinali, spezie, fiori, ecc. Le prime ricette scritte riguardanti lo shrb sono state rintracciate dalla studiosa Lucie Bolens in un manoscritto arabo (Libro dei sorbetti) risalente all’XI secolo. Lo shrb era prescritto dagli speziali e consumato caldo o “gelato”. È questo il progenitore del sorbetto: trasformazione attraverso il calore di una miscela (infuso) contenente zucchero e nuova alterazione attraverso il raffreddamento. Il ghiaccio non è più mescolato alla bevanda: le giare, ora, sono poste dentro il ghiaccio che viene utilizzato per “gelarla”.

 

Le antiche ghiacciaie siciliane

L’uso di conservare neve ghiacciata è documentato in Sicilia fin dall’XI secolo. Le neviere siciliane erano fosse naturali o create dall’uomo, profonde 2 o 3 metri, affinché potessero riempirsi anche in caso di scarse nevicate. Esse venivano realizzate in luoghi dove la neve spinta dal vento verso un piccolo ridosso si potesse accumulare. Nei mesi estivi si tagliava la massa gelata per mezzo di picconi, pale e cunei. Si ottenevano dei blocchi di circa 120-150 Kg. Avvolti con foglie e tela di sacco, i blocchi venivano collocati sul dorso dei muli e condotti a destinazione per essere venduti.